image-1.php

Spagna - Costa de la Luz

L’Andalusia fin dai tempi antichi esercitò un fascino irresistibile sui viaggiatori, da molti fu definita ponte tra i due continenti, l’Europa e l’Africa, nonché punto di incontro tra l’oceano Atlantico e mar Mediterraneo. Una regione ricca di fascino e alquanto suggestiva, racchiude in sé l’influenza del cristianesimo con l’arte e cultura araba.

Il centro equestre e gli alloggi sono situati nel villaggio di San Ambrosio, parte del comune della piccola cittadina di pescatori di Barbate in provincia di Cadice, sulla Costa de la Luz. Un angolo di paradiso naturale posto all’interno del Parco marittimo-terrestre della Breña, un area protetta caratterizzata da immense dune di sabbia, foreste di pini, alte scogliere con cascate naturali, paludi e una grande varietà di flora e fauna. Il Parco, inoltre, risulta essere un punto strategico per il passaggio dei numerosi volatili durante i flussi migratori tra Europa e Africa. Un ecosistema variegato e ben conservato, un autentico paradiso per gli amanti della natura. Esplorare questa zona a cavallo è il modo migliore per apprezzare le bellezze naturali del Parco e godersi gli splendidi panorami sulla costa atlantica.

Questo viaggio è ideale per chi vuole fare una vacanza a cavallo rilassante, sono previste circa 4/5 ore in sella al giorno, mentre durante il resto della giornata si è liberi di scegliere se stare in completo relax in villa o esplorare i dintorni. Ogni giorno vengono proposti nuovi percorsi: si attraversa la foresta di pini, caratterizzata da piste di sabbia, oppure si cavalca attraverso la campagna o lungo le immense spiagge che si estendono per oltre dieci chilometri.

Il giovedì è giorno di riposo dei cavalli, per voi in programma c’è una visita a Jerez de la Frontera per partecipare allo spettacolo equestre della ‘Real Escuela Andaluza del Arte Ecuestre’, rinomata in tutto il mondo per il suo spettacolo “Come danzano i cavalli andalusi”, esibizione unica di alta scuola classica, in cui i protagonisti sono gli splendidi cavalli di razza cartujana. Lo spettacolo ripropone tutti gli esercizi dell’Alta Scuola Classica, il quadro è completato dai cavallerizzi in costume e dalla suggestiva musica spagnola che fa da sottofondo.

Altre attività…

Nelle ore libere potrete rilassarvi in villa, fare un massaggio con una fisioterapista e nei mesi più caldi tuffarvi in piscina o prendere un taxi per raggiungere le splendide spiagge di Caños de Meca e di Zahara de Los Atunes che distano a circa 8/12 km.

C’è anche chi ama fare un passeggiata nel parco o chi preferisce fare semplicemente una siesta.

Anche chi non monta è il benvenuto, per gli sportivi la zona offre numerose attività outdoor, in primis windsurf e kitesurf.

Cavalli

I vostri compagni di viaggio sono degli splendidi esemplari di razza spagnola e hispano arabi. I cavalli sono addestrati in modo eccellente, sono animali agili e piacevoli da montare, alcuni adatti per solo esperti altri per cavalieri meno allenati.

Andatura

Varia in base al terreno e alle capacità del resto del gruppo. Se le condizioni lo permettono la galoppata sulla spiaggia e tra le dune di sabbia può essere molto veloce ed emozionante, una cavalcata carica di adrenalina pura che ricorderete per lungo tempo!

Difficoltà

Il livello di difficoltà dei percorsi è intermedio.

Requisiti

Per partecipare a questa vacanza è necessario essere cavalieri competenti, sciolti alle tre andature, in grado di gestire i proprio cavallo e abituati a galoppare in gruppo in spazi aperti. Il peso limite è di 85 kg, ci sono alcuni cavalli adatti anche per cavalieri esperti che superano il peso limite; essendo soggetto a disponibilità è importante segnalarlo.

Selle

Le selle sono principalmente inglesi, anche se sono disponibili alcune selle spagnole, più comode per chi è abituato a montare in stile western.

Gruppo

Il gruppo è internazionale e formato normalmente da un massimo di 8 persone; sarete accompagnati da due guide che parlano inglese e spagnolo.


Questa è la Spagna e siete in vacanza, qui le giornate non iniziano mai troppo presto!

In genere si parte verso le 10, dopo un abbondante colazione si raggiunge il maneggio per iniziare l’avventura a cavallo. A metà tragitto si fa una pausa pranzo in un’osteria del villaggio, nel pomeriggio si rientra al centro ippico e dopo aver sistemato i cavalli, si è liberi.

Nei mesi estivi, dal 15 giugno al 15 settembre, il programma cambia leggermente, in quanto le temperature sono molto più alte e per questo motivo le passeggiate iniziano verso le 8.30, con rientro al maneggio prima di pranzo. Inoltre, in questo periodo, essendoci molti più turisti, non è consentito galoppare lungo il bagno asciuga, ma si possono comunque godersi degli splendidi galoppi lungo le piste di sabbia tra le dune e la spiaggia.

Di seguito un esempio del itinerario proposto, il programma può subire delle variazioni, in base al periodo, al gruppo e condizioni climatiche, ma sempre nel vostro migliore interesse.

Itinerario di 7 giorni

Domenica: Pick up dall’aeroporto di Gibilterra o Malaga, transfer a Los Alamos. Quando si arriva si avrà il tempo di portare i bagagli agli alloggi e rinfrescarsi prima di un pranzo leggero in stile spagnolo. Più tardi si incontrano i cavalli, cena in Villa.

Lunedì: Dopo colazione si raggiunge il maneggio non lontano dagli alloggi e si preparano i cavalli. Per darvi l’opportunità di conoscere il vostro cavallo la prima passeggiata sarà tranquilla, si attraversa la pineta nel cuore del Parco Nazionale la Breña. Sosta pranzo in un osteria locale, per poi proseguire e rientrare al maneggio nel pomeriggio. Resto della giornata libera, cena verso le 20.

Martedì: Oggi si raggiungono le spiagge, si attraversa la pineta del parco e si scende verso il capo di Trafalgar e la spiaggia ‘El Palmar’. Dopo alcuni entusiasmanti galoppi si prosegue il trekking lungo antichi sentieri immersi nella natura , sosta pranzo in un ristorante. Nel primo pomeriggio si rientra al maneggio, cena alle ore 20.

Mercoledì: Oggi ci sarà la possibilità di fare dei lunghi galoppi attraverso le numerose piste nella foresta. Pranzo in un antica taverna dove potrete degustare la cucina tipica della zona. Rientro nel pomeriggio, sistemazione dei cavalli e resto della giornata libera. Alle ore 20 cena in villa.

Giovedì: Giorno di riposo dei cavalli. Vi verrà proposto un Tour a Jerez de la Frontera per visitare’ La Real Escuela Andaluza del Arte Equestre‘ e partecipare ad uno spettacolo equestre. Dopo lo show pranzo in un locale tipico andaluso.
 Rientro in villa nel tardo pomeriggio. Chi decide di non visitare l’Alta Scuola ha la possibilità, se organizzato in anticipo, di fare una lezione con Antonio Colares, esperto in doma classica e insegnante all’Alta Scuola di Jerez.

Venerdì: Oggi si torna alla spiaggia, si cavalca lungo i sentieri accanto alle fattorie di bestiame e un antico eremo del ‘700, si prosegue tra le dune di sabbia da dove c’è una splendida vista sull’oceano. Pranzo in un ‘Chiringuito’ accanto alla spiaggia. Al rientro si passa a foresta di pini, non lontano si sentono i campanacci delle mucche e il profumo della lavanda. Resto della giornata libero.

Sabato: Ultimo giorno a cavallo, si cavalca al Tajo de Barbate, la scogliera più significativa dell’Atlantico andaluso. Questa rupe costiera, nei suoi punti più alti raggiunge i 100 mt sul livello del mare. Qui si trova la Torre del Tajo, un antica rocca con una vista panoramica suggestiva sulla costa e le acque azzurre dello stretto. Pranzo in un osteria locale, si rientra da una pista battuta ideale per godersi un ultimo galoppo. Pomeriggio libero e cena alle 20.

Domenica: Dopo la prima colazione transfer all’aeroporto.

Settimana Istruttiva

Una settimana pensata per chi, oltre a partecipare alle escursioni a cavallo, desidera imparare o migliorare le proprie conoscenze di equitazione classica.

Il programma viene organizzato su misura per voi, prevede 3 lezione private di circa 45 minuti; il giorno che si fa lezione normalmente si monta in passeggiata circa 2 ore, al mattino o nel pomeriggio, a seconda di come viene programmata la settimana.

L’istruttore Antonio Corales, oltre ad essere un esperto in equitazione classica, alleva e addestra cavalli spagnoli anche per le competizioni di Doma Vaquera. Le lezioni hanno luogo nel suo piccolo e caratteristico allevamento, situato nella cittadina di Vejer de la Frontera, a circa 8 chilometri dagli alloggi.

Durante la lezione monterete cavalli addestrati appositamente per l’equitazione classica, in alcune occasioni anche stalloni PRE.

Per ricevere maggiori info, contattateci


Dove si dorme…

Gli alloggio si trovano in una graziosa villa a gestione famigliare a pochi chilometri dal maneggio. Le stanze sono semplici, doppie o matrimoniali; per chi desidera una stanza singola non è richiesto un supplemento ma sono subordinate a disponibilità.

Colazione e cena vengono consumati in una accogliente ambiente, con salotto e camino; un luogo ideale per rilassarsi dopo la cavalcata nei periodi invernali. Per i mesi più caldi, invece, all’esterno c’é una piccola piscina e un giardino con verdi palme, cactus e alberi da frutto.

Cosa si mangia…

La colazione è self service, la sala pranzo viene allestita con tutto il necessario per fare un abbondate colazione. A pranzo nelle varie osterie e bar si mangia cibo tipico Andaluzo, mentre le cene in Villa offrono un cibo più internazionale.

Drinks e bibite in Villa sono disponibili tutto il giorno, self service e all inclusive.

Costi 2018

A partire da 1.370€– 7 notti/5 giorni a cavallo

Sconto per chi non monta: 300€

Incluso: alloggio, attività a cavallo, pasti, bevande in Villa, entrata a ‘La Real Escuela Andaluza de Arte Equestre’, transfer da/al aeroporto di Malaga in orari prestabiliti.

Supplemento singola: nessun addebito per camere singole, subordinata a disponibilità.

Escluso: Volo aereo e assicurazione.

Da pagare in loco: bevande al bar, mance, massaggi.

N.B – Il prezzo del viaggio indicato è approssimativo, varia in base al periodo. Per ricevere i costi esatti, contattateci

Come arrivare…

Il transfer vi raggiunge all’aeroporto di Malaga. I voli dall’Italia partono da tutte le principali città. Per usufruire del transfer si deve arrivare non più tardi delle ore 13/13.30, mentre il giorno di partenza il volo deve decollare dopo le 10.30. Il viaggio in macchina per raggiungere gli alloggi dura circa due ore e mezza.

Quando andare…

Partenze settimanali tutto l’anno!

L’Andalusia è una delle regioni più calde d’Europa, presenta infatti un clima di tipo mediterraneo con estati caldi e secche e inverni miti. Le temperature variano dai 10/15° da novembre a marzo per raggiungere oltre i 30° in giugno, luglio e agosto. Essendo una zona ventilata spesso si sottovaluta la potenza del sole. Le piogge sono irregolari concentrate nei mesi invernali, da novembre a marzo/aprile.

Il periodo migliore per fare una vacanza a cavallo in questa zona è da marzo a giugno e da settembre a novembre, quando le temperature non sono eccessivamente alte. Per chi ama il mare e la vita da spiaggia anche l’estate è molto bella. L’inverno è un oasi di pace, ideale per chi ama il silenzio e la tranquillità.

Aprile e Maggio sono mesi speciali per viaggiare in Andalusia, è infatti il periodo delle due principali ferie, quelle che noi in Italia chiamiamo sagre di paese e che li sono degli appuntamenti nazional-popolari che movimentano migliaia di persone per svariati giorni. Vi segnaliamo:

4 > 11 maggio 2019 – La Feria de Sevilla – Fiera di primavera a Siviglia

4 > 12 maggio 2019 – La Feria del Caballo – Jerez del la Frontera

Durante questa settimana si visita la Feria in sostituzione della Real Escuela.

Un ottima opportunità per vedere dal vivo cavalli PRE, in un’atmosfera divertente e singolare. Durante questi giorni di festa, i viali e le strade sono addobbati con ghirlande e fiori; la città è presa d’assalto da centinaia di fantini, amazzoni e carrozze che, percorrendo l’area feriale, dando vita a un autentico spettacolo.

Essendo un periodo molto gettonato, per trovare disponibilità è necessario prenotare in largo anticipo.

Pin It